Nell’avvalorare sperimentalmente la sua visione della individualita, Ilyenkov invocava gli esperimenti pedagogici del studentato abile ( internat ) attraverso minori non udenti e non vedenti.

Nell’avvalorare sperimentalmente la sua visione della individualita, Ilyenkov invocava gli esperimenti pedagogici del studentato abile ( internat ) attraverso minori non udenti e non vedenti.

L’obiettivo di questi esperimenti epoca la integrazione e lo incremento personale dei/le minori non udenti e non vedenti, alcun* dei quali non erano mediante detenzione nemmeno delle ancora semplici arte autonome, oppure le avevano perdute dietro aver rovinato la visione e l’udito. La pratica pedagogica dell’ internat consentiva verso Ilyenkov di accreditare la sua tesi in quanto «l’ambiente» ovvero «l’insieme delle relazioni sociali» determinasse non solo le piuttosto funzioni psicologiche con l’aggiunta di raffinate, ma di nuovo le disposizione motorie piuttosto elementari. Nell’opinione di Ilyenkov i processi psicologici che consideriamo «naturali», e giacche sembrano formarsi sinceramente, sono durante concretezza costruiti dall’ambiente e non dal dispiegarsi autosufficiente di un opuscolo congenito.

Prima giacche emergano funzioni psicologiche piu raffinate, e appena accordo attraverso il loro sfondare, le attivita svolte da minori contemporaneamente a persone adulte sono necessarie: al principio in influenzare l’uso degli oggetti, dopo l’uso delle parole. Continue reading